Con Dante in esilio. La poesia e l’arte nei luoghi di prigionia

14,90

Autore: Nicola Bultrini
Editore: Ares
Collana: Sagitta
Pagine: 176
Rilegatura: Brossura (Copertina flessibile)
Data di prima pubblicazione: 20 luglio 2020
Lingua: Italiano

Solo 1 pezzi disponibili (ordinabile)

COD: 9788881558940 Categoria: Tag: , ,

Descrizione

Con Dante in esilio rende testimonianza di una realtà storica che ha dell’incredibile: nei più terribili luoghi di sofferenza gli internati si sono ripetutamente e con vivissimo impegno rivolti all’arte, ma soprattutto alla poesia e in particolare alla Divina Commedia, autentica luce poetica che ha squarciato il buio di una prigionia asfissiante e che è stata letta con grande accanimento e conforto allo stesso tempo. Oggi, alla vigilia del settimo centenario della morte del Sommo poeta, Nicola Bultrini, poeta italiano tra i più raffinati e colti, ha messo insieme le testimonianze di quanti, italiani e no, letterati famosi (Guareschi o Gadda) o semplici prigionieri, si sono affidati a Dante per non vivere come bruti l’esperienza atroce della reclusione. Ne è scaturito un libro che contestualizza storicamente e materialmente le circostanze della frequentazione con la straordinaria ricchezza della Commedia in un percorso di testimonianze dirette su un testo capace di attualizzarsi qualunque sia l’inferno in cui venga letta.

Informazioni aggiuntive

Autore

Nicola Bultrini

Editore

Collana

Pagine

176

Rilegatura

Brossura (Copertina flessibile)

Pubblicazione

20 luglio 2020

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Con Dante in esilio. La poesia e l’arte nei luoghi di prigionia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *