L’ultimo papa d’Occidente?

14,00

Autore: Giulio Meotti
Editore: Liberilibri
Collana: Altrove
Pagine: 96
Rilegatura: Copertina rigida
Data di prima pubblicazione: 06 maggio 2020
Lingua: Italiano

Solo 1 pezzi disponibili (ordinabile)

COD: 9788898094721 Categoria: Tag: , ,

Descrizione

Aveva previsto tutto. La cesura del Sessantotto, il collasso della sua Chiesa, il dominio del relativismo, l’addio dell’Europa al cattolicesimo senza lacrime né nostalgia, il fanatismo islamico, il neomarxismo della Chiesa del popolo, gli ecologismi apocalittici, il mondo nuovo delle Nazioni Unite, il paradosso di un Occidente che al massimo della propria potenza materiale raggiunge l’apice dell’insicurezza culturale, l’avvento di un’Europa post-europea. È Joseph Ratzinger. Prima di diventare Benedetto XVI, in mezzo secolo di saggi, conferenze e interviste, Ratzinger ha compiuto un lucido pellegrinaggio nella modernità e nel vecchio mondo segnato dalla mancanza di respiro, dal vuoto, dalla derisione. Da papa, la sua presenza era intollerabile, il suo genio una minaccia, le sue dimissioni sono state un sollievo per tanti. A distanza di quindici anni dall’elezione al soglio pontificio, Benedetto XVI appare come l'”ultimo papa” di cui parlava Friedrich Nietzsche. Almeno d’Occidente. Introduzione di John Waters.

Informazioni aggiuntive

Autore

Giulio Meotti

Editore

Collana

Pagine

96

Rilegatura

Copertina Rigida

Pubblicazione

06 maggio 2020

Lingua

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’ultimo papa d’Occidente?”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *