L’obbedienza non è più una virtù

10,00

Autore: Lorenzo Milani
Editore: Chiarelettere
Collana: Biblioteca Chiarelettere
Pagine: 112
Rilegatura: Brossura (Copertina flessibile)
Anno di prima pubblicazione: 2020

Disponibilità incerta - Questo oggetto richiede più tempo per essere spedito perché potrebbe non essere giacente in magazzino

COD: 9788832963267 Categoria: Tag: , ,

Descrizione

Don Lorenzo Milani (Firenze 1923-1967). Si avvicina al cristianesimo all’età di vent’anni e a ventiquattro è ordinato sacerdote. Diventa cappellano a San Donato di Calenzano, importante centro operaio vicino a Firenze, dove avvia il suo esperimento di istruzione popolare contro la scuola classista che condanna i più poveri all’ignoranza, dunque alla servitù. È un prete scomodo per la Chiesa, che sceglie di isolarlo esiliandolo in una minuscola comunità sopra Firenze: Sant’Andrea a Barbiana. Siamo nel 1954. Nel 1965 don Milani scrive una lettera aperta a un gruppo di cappellani militari che in un loro comunicato ufficiale avevano definito vile e anticristiana l’obiezione di coscienza. Il gesto gli costa un rinvio a giudizio per apologia di reato e una condanna postuma. Con i ragazzi della scuola di Barbiana don Milani compie una straordinaria avventura umana e spirituale, culminata nel maggio del 1967 con la pubblicazione di “Lettera a una professoressa”, opera collettiva oggi letta in tutto il mondo. Introduzione di Roberta De Monticelli.

Informazioni aggiuntive

Autore

Lorenzo Milani

Editore

Chiarelettere

Collana

Biblioteca Chiarelettere

Pagine

112

Rilegatura

Brossura (Copertina flessibile)

Pubblicazione

2020

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’obbedienza non è più una virtù”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.