Nuovo Testamento. Una lettura ebraica. Vangeli e Atti degli Apostoli

25,00

Curatore: M. Cassuto Morselli, G. Maestri
Editore: Castelvecchi
Pagine: 496
Rilegatura: Brossura (Copertina flessibile)
Anno di prima pubblicazione: 2021

Solo 1 pezzi disponibili (ordinabile)

COD: 9788832904093 Categoria: Tag:

Descrizione

Quali sono i legami dei Vangeli e degli Atti degli Apostoli con l’ambiente ebraico d’origine? È possibile rintracciare, attraverso il greco della koiné, le parole e le espressioni che consentono di risalire al contesto culturale e spirituale dell’ebraismo in cui viveva Yeshua ben Yosef (Gesù)? Yeshua, infatti, non parlava né in greco né in latino, ma in ebraico e in aramaico. Questo libro affronta con estremo rigore la sfida di rispondere a tali interrogativi, permettendoci così di scoprire – grazie a una nuova traduzione dei Vangeli e degli Atti degli Apostoli – l’universo religioso e culturale in cui si è formato Yeshua. Poiché l’antigiudaismo ha avuto, e continua ad avere, un ruolo rilevante nella storia degli ebrei, abbiamo un motivo essenziale per studiare i testi cristiani: come è possibile che esso tragga origine e si alimenti dell’insegnamento di un giudeo come Yeshua? Piuttosto che declamare solenni e retoriche condanne dell’antisemitismo, i curatori del volume sono convinti che occorra un paziente lavoro di studio dei testi per scoprire le modalità attraverso le quali l’antigiudaismo si è inserito in scritti originariamente giudaici.

Informazioni aggiuntive

Curatore

M. Cassuto Morselli, G. Maestri

Editore

Castelvecchi

Pagine

496

Rilegatura

Brossura (Copertina flessibile)

Pubblicazione

2021

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Nuovo Testamento. Una lettura ebraica. Vangeli e Atti degli Apostoli”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.